Bennola mi riporta il libro di Barbara D’Urso, lo accompagna Nonna Ciuciagrappa Isa e il suo cane che mi chiede com’è che funziona il tuitter che deve seguire il papa (la nonna, il cane apparentemente se ne sbatte). Bennola, suo nipote (della nonna, il cane ha 47 nipoti ma apparentemente se ne sbatte), ci aveva provato ma usciva la pubblicità dei materassi.

Il papa che spamma con in materassi? Mi sembra di vivere dentro un margine a scorrimento spaziotemporale con Retequattro.

Siamo in biblioteca, e mi tocca aprire twitter e cercare la pagina del papa, cosa non difficile visto che sono giorni che google news stressa questo evento mondiale. Mi esce il papa, zero tweet ancora. E vedi che non c’è niente, hai sbagliato anche te razza di un comunista incapace, mi fa la vecchia decrepita che ultimamente suole appellarmi con termini da prima repubblica. Comunque l’account è giusto, e poi la pubblicità dei materassi non c’è. Ci sono invece migliaia di followers che aspettano il primo sms del papa. Indago un po’ su questa cosa dei materassi e salta fuori che il Bennola decerebrato stava cercando @permaflex invece che @pontifex, rido fino allo svenimento anche se l’ipotesi Retequattro presenta ulteriori assunti, e offendo quei due Papaboys che escono senza prendere ulteriori libri di merda in prestito.

Controllo che il cane non abbia lasciato ricordi e mi rimetto al lavoro. Quando torno al computer, mi scappa l’occhio sul paginone giallo del papa che avevo dimenticato aperto. A ben guardare, ci sono 7 following. Interessante, vediamo un po’ chi sarà mai l’oggetto delle attenzioni papali: Milingo? Dalai lama? Puro autoreferenzialismo, il papa segue sé stesso: ha aperto altri sette account in sette lingue diverse (che cosa servirà se poi il primo tweet sarà in latino? Non è che si creerà un cortocircuito come con il Large Hadron Collider con subitaneo implosione del vaticano?). La cosa assume contorni frattali quando noto che anche i sette account hanno followers, così mi viene il piglio analitico e faccio un grafico.

Followers @pontifex per milione di madrelingua

Numero di followers (diviso per milioni di madrelingua*) dei sette account papali @pontifex_it; _de; _es _e compagnia briscola. Dati consultati il 05.12.2012 alle 20h30. *fonte wikipedia

Per ogni account, divido il numero di followers per il numero di madrelingua di ogni account, questo serve per avere un confronto omogeneo in quanto nel mondo molta piu’ gente parla spagnolo che polacco per esempio. Quello che salta fuori è evidente anche alla Nonna di Bennola. Noi italiani siamo veramente un popolo di papaboys (a cominciare da Bersani), invece in Germania non glie ne frega niente, praticamente seguono il papa solo i suoi familiari. In Arabia qualcuno cercava materassi e si è sbagliato a digitare, se poi la Permaflex fallisce è colpa del papa.

Annunci