Confesso che oggi e altre volte, chiuso tra questi scaffali che contengono migliaia di libri, molti dei quali di optima fattura, mi collego furtivamente ad internet dove leggo solo roba dozzinale. Bulimia? Ho bisogno di un integratore? Devo forse preferire opere biologiche? Se leggo autori con poche fibre, soffrirò poi di stipsi amanuense? Può una dieta di letture nefaste causare steatosi cerebrale e cancro al cervello?

Annunci