Sono andato dal professor Cadrega (che poi è il medico della mutua). Fatico un po’ a digerire, mi fa male il fegato e cagare non rappresenta piu’ quel piacere freudiano di un tempo. Il professore mi squadra e mi pesa:

– sarebbe il caso di fare una sonografia al ginocchio.

– Cosa?

Mi fa notare che appoggio assimmetricamente il piede sinistro (sono zoppo da anni ma non ancora pronto per scriverne).

– Zoppico per finta, ha un certo ascendente sulle donne.

– Lei ha tutti i sintomi del genus abruptum: non vede come forza su commi coordinati rafforzando l’uso dell’asindeto, dello zeugma complesso e del piccolo chiasmo? In questo modo sottintende le dichiarative.

– …

– Ha capito?

– Era una domanda retorica?

Non sembra cogliere l’ironia il professor Cadrega, di conseguenza mi trovo con un appuntamento fra cinque mesi per un esame al ginocchio.

(E mi sanguina il culo, perdio).

Annunci