Debussy aveva un vecchio pastore belga. Sordo, cieco, zoppo, afono. Quattro peli coprivano quello che una volta era stato il suo mantello. Neanche puzzava, tanto era vecchio. Stava sempre acquattato nell’orto, sotto l’ombra del fico. Quasi non mangiava. Neanche ci pensava a spirare tanto era sfaticato. Si chiamava Profumo. Una volta che mi ricordo, la bastardina di mia zia è andata in calore. Profumo ha drizzato le orecchie e ha abbaiato. Debussy, dall’orto, gli fa a mia zia: ‘figa se tira la figa’.
porco cane se tira

il cane vecchio contempla l'inverno (by perryw1958)

Comunque aveva ragione.
Annunci