Il giovane Bennola in preda ai fumi dell’alcool, osò confessare a Debussy alcuni apprezzamenti riguardo la di lui unica figliola. Debussy, sprezzando il congiuntivo e il sesso della figlia (poiché ogni cosa in questa vita è transitoria), replicò:

“Se saprei che mia figlia la dà a uno come te, gli cucirei la figa col ramino”.

Il giovane Bennola raggiunse così l’illuminazione.

Annunci